Novembre

Non pubblico la seguente canzone in quanto per me ha un significato particolare, ma perchè mi piacerebbe che qualcuno, che a quanto so visita di tanto in tanto questo mio spazio, la ascoltasse.


Carmen Consoli – Novembre ’99 (l’isola del tesoro)

Ti sembrerò nostalgica metereopatica quanto basta
Ti sembrerò una donna da niente facili lacrime
poca pazienza
Comprendere che sono un pezzo di marmo
la noia devasta la volontà di cambiare

Dovrei rivalutare tutto da principio
trovre la forza e l’audacia per farlo
so già che per un momento sarà pieno inverno
per un momento sarà pieno inverno

Ti sembrerò incoerente
poco affidabile inconsistente
ti sembrerò un’emerita idiota
facili entusiasmi improvvisi avvilimenti
Domandami ancora una volta se piango
se ogni equilibrio si rotto nuovamente

Dovrei rivalutare tutto da principio
trovre la forza e l’audacia per farlo
so già che per un momento sarà pieno inverno
per un momento sarà pieno inverno
Dovrei rivalutare tutto da principio
trovre la forza e l’audacia per farlo
so già che per un momento sarà pieno inverno
per un momento sarà pieno inverno

Sento che non ho un sostegno sicuro
forse prima o poi perderò l’amore
per le piccole cose
l’odore di un novembre che muore

Ti sembrero’ nostalgica…


Come dice il caro Michele, quando parli solo il 10% di quelli presenti ti sentirà, di questo 10% solo il 10% capirà quello che vuoi dire, di questi solo il 10% farà suo quello che vuoi dire, di questi solo il 10% applicherà nella sua vita quello che hai detto.
Questi dati potrebbero apparire scoraggianti, ma se non fai nulla per dire agli altri quello che pensi, neppure quella piccola percentuale avrà l’opportunità dirti grazie per avergli insegnato qualcosa.

Annunci

Rendiamo grazie alla Telecom!

Rendiamo grazie a te o Telecom che per fare un lavoro da 5 minuti ci impieghi 8 giorni!!
Almeno adesso alice funziona…!Ho pensato a tante cose in queste ultime settimane, per cominciare avevo tante impressioni sulla festa del gelato: all’inizio mi facevo il sangue marcio perchè praticamente mi pagavano per non far nulla e non ci sono abituato. Poi ho detto “ma chi me lo fa fare!?” e mi sono divertito un sacco. Chili di gelato gratis! E di gelato sopraffino! Ovviamente i gelatai portavano solo il meglio! Il massimo però è stato quando l’ultimo giorno, sotto una tempesta che durava da ore, ci siamo visti smontare lo stand dei vini e formaggi dove ci eravamo rifugiati, e siamo rimasti li a bere e a mangiare quello che ci avevano lasciato senza luce e con un freddo cane!! Forse un po’ se la sono meritata l’acqua gli organizzatori. Mi sono autoimposto di divertirmi e l’ho fatto, ma io, come anche gli altri ragazzi, non siamo stati trattati poi così bene, e poi non mi hanno ancora pagato! …


io a “lavoro”

Poi avevo pensato di piazzare qualche fotografia per ridere (e deridere) ma non mi va più.. lo farò in seguito quando la raccolta sarà più completa. eheh!Avevo pensato di pubblicare una canzone, dopo lo faccio. (appena riesco a capire come mettere un player musicale)

 

L’altra sera è stata la notte di Halloween. Serata da dimenticare. Incomprensioni, battutine, a me non va, che palle.. non ho avuto buoni pensieri.

 

Ieri sera stavo andando davanti gli artigianelli perchè avevo l’appuntamento li con gli altri. Col motorino sono passato davanti allo show cafè, il nuovo bar che c’è allo spinito. Sinceramente credevo impensabile che potesse esserci tanta gente! Cioè non era una bolgia, ma c’erano comunque tante persone. Infatti quando con gli altri abbiamo deciso di andare a bere una birra la per “saggiare il terreno”, non c’era neanche posto per sedersi. Tutto ciò mi fa piacere, perchè una botta di vita per il quartiere ci voleva, e poi il posto è anche grazioso.

 

Ora vado a fare una scampagnata a piano delle fate col gruppo degli ex compagni di classe. Aurevoir!